Carrello

Vai al riepilogo

Freccia aventi
Freccia indietro

Torna all'offerta

Scontrino

Linea Valore+ Tuttimobili Da 40€ ogni 4 settimane

Con Linea Valore+ TuttiMobili chiami quanto vuoi tutti i Fissi e Mobili nazionali senza preoccuparti della spesa

  • Linea Telefonica
  • Telefonate ILLIMITATE verso tutti i Fissi e Mobili nazionali
  • Servizio di assistenza entro il primo giorno lavorativo

DESCRIZIONE

Con Linea Valore+ Tuttimobili hai:

  • Linea telefonica ad alta affidabilità
  • Telefonate illimitate verso tutti i numeri Fissi e Mobili nazionali (1)
  • Servizi telefonici evoluti (solo con linea ISDN): Chi È, Avviso di chiamata, Conversazione a 3 e Trasferimento di chiamata
  • Trasferimento di chiamata in caso di guasto (attivabile su richiesta del cliente)
  • Servizio di assistenza entro il primo giorno lavorativo successivo a quello della segnalazione
Dettaglio Costi
Contributo di attivazione GRATIS
Costo di abbonamento rateale(3) 40€ ogni 4 settimane per Linea Base
65€ ogni 4 settimane per Linea ISDN
Altri importi
Cambio Tecnologia (da Linea Base a Linea ISDN o viceversa) 60,00€
Trasloco – contributo(3) 60,00€
Subentro – contributo 16,20€
Cambio Numero - contributo 60,00€
Costo di abbonamento rateale alla Prestazione Plus(4) 8,50€
Costo per la disattivazione del singolo collegamento(5) 28,84€
Quota d'adesione 100,00€
in caso di Accesso ISDN Primario

Tutti i prezzi sono IVA esclusa

Nota 1. Si considerano i cellulari Tim, Vodafone, Wind, H3G, Lycamobile, BT Italia, Poste Italiane e DIGI ITALY e gli operatori mobili virtuali che utilizzano la loro rete, come ad esempio CoopVoce, Tiscali Mobile, PosteMobile e Fastweb Mobile. Il Cliente è tenuto ad utilizzare l’Offerta secondo buona fede e correttezza astenendosi dal conseguire vantaggi diversi da quelli connessi alla normale comunicazione interpersonale, secondo quanto previsto per l’uso improprio dalle Condizioni Generali di contratto per l’accesso al servizio telefonico di base. Per quanto riguarda il traffico uscente verso cellulari nazionali si presume un uso conforme ai suddetti principi, il rispetto dei seguenti parametri per singolo canale voce:
- traffico giornaliero uscente non superiore a 300 minuti;
- traffico rateale uscente non superiore a 1.500 minuti.
Il superamento di uno di questi parametri, costituisce presunzione di utilizzo dell’offerta per esigenze diverse dalla comunicazione interpersonale. In tale ipotesi Telecom Italia si riserva di effettuare le necessarie verifiche, compreso l’eventuale contatto, riservandosi la facoltà di sospendere l’applicazione delle condizioni tariffarie specifiche su tutte le linee del cliente anche in caso di superamento di uno dei parametri sopra riportati da una sola delle linee del cliente e di pretendere il pagamento dell'intero consumo di traffico effettuato, che verrà valorizzato secondo le condizioni economiche dell’Offerta precedentemente attiva sulle linee Sono esclusi i numeri mobili RFI ed i cellulari satellitari. Le telefonate dirette verso cellulari con prefisso 313 (operatore Rete Ferroviaria Italiana) prevedono un importo alla risposta di 10 €cent e un prezzo al minuto di 19 €cent in fascia oraria intera (dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.30) e 16 €cent in fascia oraria ridotta (dal lunedì al venerdì dalle 18.30 alle 24.00 e dalle 00.00 alle 8.00; il sabato e i festivi dalle 00.00 alle 24.00). Tutti i prezzi sono IVA esclusa.
Le telefonate dirette verso i cellulari di natura specializzata (servizi satellitari) con prefisso 310 (operatore Elsacom) e con prefisso 319 (operatore Intermatica) prevedono un importo alla risposta di 25 €cent e un prezzo al minuto di 50 €cent.


Nota 2. L’importo dell’abbonamento al servizio include l’abbonamento al servizio telefonico e tutte le chiamate verso i telefoni fissi e mobili nazionali di tutti i gestori senza scatto alla risposta e senza alcun costo al minuto. Nel canone di abbonamento rateale non è incluso l’eventuale costo di abbonamento del servizio di accesso ad internet.

Nota 3. Nel caso di realizzazione del collegamento RTG/ISDN del cliente alla rete telefonica pubblica di Telecom Italia nelle aree classificate come “Nuclei abitati” o “Case Sparse” il Cliente dovrà corrispondere a Telecom Italia anche un contributo supplementare a fondo perduto (di seguito “Contributo”). Il Contributo che il Cliente deve corrispondere a Telecom Italia per richieste singole è pari al 30% del costo complessivo di installazione del collegamento calcolato secondo il listino allegato alla Delibera AGCOM n. 136/14/CONS (consultabile sul sito impresasemplice.it).
In caso di più richieste contestuali (ossia sopraggiunte entro la fine lavori) che interessano lo stesso percorso di rete, la percentuale di Contributo a carico dei Clienti – limitatamente alle sole parti comuni dell’impianto- è pari al 50% del costo dell’impianto calcolato sulla base del medesimo listino e delle modalità previste dalla Delibera AGCOM n. 385/11/CONS, da ripartire equamente tra tutti i Clienti che hanno contestualmente richiesto l’allacciamento alla rete. Relativamente alle restanti parti dell’impianto specifiche per ciascuna utenza il Contributo dovuto da ciascun Cliente resta determinato nella percentuale del 30%.
L’importo del Contributo può essere pagato in un’unica soluzione o in 24 rate.
Sul sito impresasemplice.it è possibile prendere visione delle Condizioni per la realizzazione dei collegamenti nelle aree classificate come “Nuclei abitati” o “Case Sparse”.
Anche in caso di trasloco della linea telefonica di base vale quanto sopra riportato in merito al Contributo a carico del Cliente nel caso di realizzazione del collegamento RTG/ISDN alla rete telefonica pubblica di Telecom Italia nelle aree classificate come “Nuclei abitati” o “Case Sparse”.
Sul sito impresasemplice.it è possibile prendere visione delle Condizioni per la realizzazione dei collegamenti nelle aree classificate come “Nuclei abitati” o “Case Sparse” cliccando qui.

Nota 4. . Consente la connessione alla Linea ISDN anche degli apparecchi analogici come fax, telefoni, segreterie, cordless.

Nota 5. Detto importo sarà applicato in ogni caso di cessazione del rapporto contrattuale non imputabile a Telecom Italia, senza vincoli di tempo. Qualora si richieda contestualmente la cessazione del servizio ADSL, l’importo addebitato a fronte dei costi di disattivazione sarà comunque pari a 28,84 Euro (IVA esclusa).